ANTIRICICLAGGIO: IL DOCUMENTO DELLA BANCA D’ITALIA SULLA PREVENZIONE DEI FENOMENI DI CRIMINALITÀ FINANZIARIA CONNESSI ALL’EMERGENZA CORONAVIRUS

Il 16 aprile la UIF – l’Unità centrale nazionale con funzioni di contrasto del riciclaggio e del finanziamento del terrorismo, istituita presso la Banca d’Italia – ha pubblicato il documento “Prevenzione di fenomeni di criminalità finanziaria connessi all’emergenza Covid-19” (clicca qui per consultare il documento completo).

La UIF evidenzia come nell’attuale contesto sia “necessario operare in maniera coesa perché gli interventi pubblici raggiungano gli obiettivi prefissati, sostenendo effettivamente persone e imprese in difficoltà, prevenendo possibili effetti distorsivi e preservando l’integrità dell’economia legale. Si tratta di preoccupazioni già espresse da istituzioni nazionali e internazionali, rispetto alle quali l’apparato di prevenzione del riciclaggio può rappresentare uno strumento efficace perché, grazie alla sua capacità di coinvolgere l’intera struttura economica del Paese, è in grado di intervenire tempestivamente sulle operazioni in corso e non solo ad ausilio della fase di repressione dei reati”.

Si ricorda inoltre che lo scorso 10 aprile la Banca d’Italia ha inviato al sistema bancario e finanziario delle raccomandazioni afferenti alle misure di sostegno economico predisposte dal Governo per l’emergenza pandemica, in materia di tutela della clientela e di antiriciclaggio e prevenzione del crimine finanziario (qui il documento completo).

Sul sito di Avviso Pubblico sono disponibili nella sezione “Antiriciclaggio” le sintesi dei Rapporti annuali pubblicati dall’Unità di Informazione Finanziaria.

Sull'autore

Avatar
Libera Parma

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi utilizzare questi tags HTML e gli attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Copyright © 2020. Libera Parma