A Sentiti Libera si parla della Strage di Pizzolungo parte 1

Il 2 aprile 1985 è un martedì mattina, sono passate da poco le 8.30, Barbara Rizzo è uscita dalla sua casa a Pizzolungo, una piccola frazione di Erice, nel trapanese, per accompagnare a scuola i figli, Giuseppe e Salvatore Asta, di sei anni. La sua macchina viene superata da quella del giudice Carlo Palermo e in quel preciso momento viene fatta esplodere un’autobomba. Barbara, Giuseppe e Salvatore muoiono: la loro macchina fa da scudo a quella di Palermo, che si salva, insieme agli uomini della scorta. 

La strage di Pizzolungo è uno dei tanti attentati mafiosi sui quali non c’è ancora una verità completa: sono passati trentacinque anni ed è in corso il quarto processo per individuare i mandanti.

Ne parlano in un podcast a puntate di Sentiti Libera, il progetto per raccontare le mafie di Libera Bologna e Q Code Mag. 

🎧 www.qcodemag.it/indice/multimedia/sentiti-libera-la-strage-di-pizzolungo-35-anni-dopo/ 

🎧open.spotify.com/episode/6xVjbttjecMy2SJS7ys4z8?si=34QeP_5qRzqdqFuccF8Hjw

🎧 https://podcasts.apple.com/it/podcast/strage-di-pizzolungo-capitolo-uno/

Sull'autore

Avatar
Libera Parma

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi utilizzare questi tags HTML e gli attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Copyright © 2020. Libera Parma